Acustica Allodi

AUDIOMETRIA TONALE LIMINARE

L’audiometria tonale liminare è il primo accertamento a cui è sottoposto il soggetto ipoacusico ed ha lo scopo di ricercare la soglia uditiva attraverso l’erogazione di suoni puri (suoni privi di armoniche). 

Il test eseguito all’interno di una cabina insonorizzata, tramite un generatore di segnali acustici, l’audiometro. Successivamente, gli stessi toni puri vengono inviati tramite un vibratore (via ossea) posto sulla mastoide del paziente. Dal confronto tra le due soglie uditive abbiamo la possibilità di dedurre se si tratta di ipoacusia trasmissiva (dovuta a una sofferenza dell’orecchio medio), percettiva (sofferenza dell’orecchio interno e delle vie acustiche) e mista (sofferenza di entrambi orecchio medio e interno).

Infine, con le stesse modalità, viene svolta la prova vocale che ha lo scopo di studiare la funzione uditiva mediante la somministrazione di stimoli sonori verbo-vocali. Questo test si presta meglio di ogni altro ad una valutazione globale della funzionalità uditiva, intesa come mezzo sociale di comunicazione e quindi come capacità non soltanto di percepire i suoni ma anche di memorizzarli, integrarli, analizzarli e, in ultima analisi comprenderli.